Category

Storia del Forex Trading dai primi giorni ad oggi

Storia del Forex Trading

che cos’è il forex? Tutti sappiamo che il forex è il mercato delle valute ed è il mercato più conosciuto e più utilizzato per gli investimenti, ma quando nasce e come si evolve quello che oggi è un mezzo di investimento utilizzato praticamente da tutti?

Si può dire che il forex in forma primordiale sia nato quando sono state coniate le prime monete da utilizzare come merce di scambio al posto del baratto, siamo nel VII secolo a.C.. Il Medioevo fu caratterizzato da un crollo del commercio internazionale e allo stesso tempo dal fiorire di tante monete diverse perché praticamente anche i Comuni potevano coniare monete. Qui si verifica una sorta di parallelo con il forex attuale perché al nascere di tante monete si assiste anche al ruolo predominante di una rispetto alle altre e il corrispondente dell’attuale Dollaro era il Fiorino coniato dalla città di Firenze.

Una vera rivoluzione si ha con l’età moderna, questa infatti è caratterizzata dalla nascita delle prime banche centrali e dalla sostituzione delle monete in metallo (oro, argento e bronzo) con le monete cartacee. Queste sono più leggere da trasportare e si possono ascrivere alle stesse anche valori molto elevati. All’emissione di monete vi era però un limite, cioè il valore emesso non poteva superare quello delle riserve auree effettivamente detenute.

forex trading

Nel 1944 un’importante novità sono gli accordi di Bretton Woods che portano alla creazione di un sistema valutario internazionale stabile e basato sul valore del dollaro. Questo implicava che il valore delle monete poteva oscillare intorno sempre al valore del dollaro considerata moneta per gli scambi internazionali. Per coloro che investivano nel Forex i profitti erano pochi perché i valori erano piuttosto stabili. Tutto cambia quando gli Stati Uniti chiedono alla Banca Centrale di stampare una maggiore quantità di dollari al fine di finanziare la guerra del Vietnam.

Viene così provocata una vera e propria inflazione e gli investitori chiedono di poter cambiare i dollari da loro detenuti in oro, in modo da tutelare i propri investimenti. Nixon dichiara di uscire dal sistema Bretton Woods e da questo momento le oscillazioni del valore delle diverse valute è libero, ma soprattutto è legato all’andamento della bilancia dei pagamenti e di conseguenza gli esperti riescono a prevedere le future oscillazioni e ad avere buoni guadagni derivanti dallo scambio di monete. Si può dire che in questo momento nasce il forex nel senso contemporaneo del termine.

Il nuovo passo del forex si ha con l’avvento di internet perché questo ha permesso lo sviluppo di piattaforme per il trading online. Ciò ha avuto la conseguenza di aprire il mercato del forex a tutti, anche a coloro che hanno pochi fondi, che non vogliono rischiare un intero patrimonio e soprattutto non vogliono avere intermediari come le banche nei loro investimenti. Il fatto che sia possibile investire con un computer, smartphone, tablet e una connessione internet in qualunque parte del mondo, non vuol dire che l’attività sia senza controlli. Per poter usufruire di questi servizi e accedere alle piattaforme che permettono di operare è necessario essere registrati ad un broker online.

I broker sono intermediari registrati. Per avere la registrazione e quindi l’autorizzazione a fornire i servizi di trading online è necessario rispettare tutte le leggi previste a tutela degli investitori. Il forex contemporaneo consente di investire su coppie di valute e non è detto che una delle due monete debba essere per forza il dollaro quindi in base a capacità e conoscenze è possibile diversificare i propri investimenti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *